Home Manifestazioni

Yamaha Moto Poggi COMP

Inaugurata nel bolognese la più grande collezione privata di Yamaha da competizione. Visitabile gratuitamente previo appuntamento, è stata inaugurata da cinque piloti che hanno vinto un totale di 23 titoli iridati


Il 15 volte iridato Giacomo Agostini,il pilota MotoGp del team Monster Yamaha Tech3 e Campione del Mondo 125 Andrea Dovizioso;il 3 volte iridato Luca Cadalora con meno capelli di vent’anni fa ma con lo stesso sorriso di allora;il 2 volte iridato in 250 Carlos Lavado, perfetto incrocio tra Sudamerica e quella Romagna che fa tanto caveja, piadina e squacquerone

Più due guest star, che agonisticamente si possono ben definire intrusi: Loris Reggiani ed il 3 volte campione del mondo Eugenio Lazzarini. Nella sua lunga carriera, Lorito non ha mai cavalcato una Yamaha, al pari del piccolo grande urbinate, eppure a Villanova di Castenaso, in quella terra bolognese solo lambita dal terremoto che ha sconvolto l’Emilia-Romagna, hanno voluto esserci. Nello specifico, per l’inaugurazione di Moto Poggi COMP, la collezione privata più completa al mondo di moto Yamaha da competizione.



Per la prima volta in assoluto, infatti, il pubblico italiano di appassionati ha avuto l’opportunitĂ  di vedere da vicino le moto da competizione e i cimeli d’epoca di proprietĂ  del collezionista Yamaha Pierluigi Poggi  e di ripercorrere 50 anni di corse della casa di Iwata.:

tra gli oltre 60 esemplari, spiccavano una Yamaha YDS1R da 250 cc del 1959 e una serie di Yamaha TZ di cilindrate differenti (250, 350, 500 e 750) appartenenti a varie epoche e realizzate da Yamaha per dare la possibilitĂ  anche a piloti privati di essere competitivi nei vari campionati nazionali e mondiali.

Tutte le moto esposte nella collezione privata “Moto Poggi COMP” sono rigorosamente originali e, solo in alcuni casi, restaurate nel pieno rispetto delle logiche costruttive dell’epoca.

                     

        

        


Per l’eccezionale occasione Yamaha Factory Racing ha inoltre allestito una speciale mostra di moto ufficiali da Gran Premio portando ben 6 esemplari di moderne Yamaha da competizione (MotoGp e 500 a due tempi), tra le quali le Yamaha YZR-M1 iridate con Valentino Rossi nel 2004 e 2005, la Yamaha YZR-M1 Campione del Mondo con Jorge Lorenzo nel 2010, l’attuale YZR-M1 2012 di Andrea Dovizioso, la Yamaha YZR 500 due tempi di Garry McCoy e quella di Noriyuki Abe.


L’esposizione privata “Moto Poggi COMP”, situata in via Giuseppe di Vittorio n. 2 a Villanova di Castenaso (BO) sarà sempre visitabile gratuitamente previo appuntamento.

Per prenotare una visita, visitate www.poggibike.com.










Ultimo aggiornamento (Sabato 16 Giugno 2012 11:11)

 
La DgSport organizzatrice di numerose manifestazioni storiche riporta a Imola l'indimenticata 200 Miglia, in pista piloti e moto dell’epoca, insieme a modelli unici di tutte le epoche esposti ai box e fatti sfilare tra le curve del Santerno. 

 

Si è svolto a Imola nel week end del 2 e 3 ottobre la prima rievocazione storica della mitica 200 miglia di Imola. In pista le moto e i piloti dell’epoca per offrire uno spettacolo decisamente particolare e dal sapore nostalgico ma ricco di passione,presente ovviamente anche il TZ Club Italia che insieme al Club RDSERIES disponevano di un box dove poter esporre le proprie moto. 

Per tutti gli iscritti 2 turni liberi da 30 minuti sia il sabato che la domenica, tra qualche inevitabile inconveniente tecnico e qualche scivolata i piloti in pista non si sono risparmiati fornendo ancora prova di abilitĂ  e capacitĂ  di guida.

Particolarmente veloce si è rivelato un arzillo Steve Baker (che ha già vinto in passato la 200 miglia in di Imola) rapidissimo e ancora decisamente in forma con la sua Yamaha 750 del 1974 due tempi, allestita da Ferry Brower e perfettamente a punto, veloce quasi quanto lui un Cristian Sarron in grande spolvero con la sua Yamaha 500 due tempi meno veloce di quella di Baker in quanto a prestazioni.

Tra i i più rapidi in pista come al solito anche Kenny Roberts Senior, anche lui sulla sua Yamaha 500 due tempi, con la solita livrea gialla nera da lui resa famosa durante gli anni ’80.

In forma come al solito anche Mario Lega che ha condotto una Ducati 900 ss 1978 del Team Belli, meno efficace e potente delle velocissime Yamaha ma affidabile in questa occasione, risultando come una delle pochissime Ducati a non aver accusato gravi problemi tecnici (se si esclude l’impossibilità di inserire in movimento la prima marcia). Decisamente in forma e molto veloce anche Carlos Lavado alla guida di una bellissima Yamaha 250.

Sempre alla guida di una Yamaha M1 anche Giacomo Agostini, che ad Assen 15 giorni fa ha subito un incidente mentre era alla guida di una MV in una manifestazione simile. Per lui due costole incrinate ma la volontà di esserci è stata più forte del dolore ed anche lui si è difeso in pista seppur limitato dall’infortunio fisico.

Presente anche Paul Smart che vinse la prima edizione con uno dei primi Ducati, Paul si è alternato tra due moto, una Ducati d’epoca il sabato e una Suzuki RG 500 due tempi la domenica.

Jonny Cecotto è stato presente solo la giornata di sabato quando ha girato anche lui con una Yamaha 500 due tempi che ha poi accusato dei problemi tecnici che non gli hanno poi permesso di esprimersi al meglio.

Tra gli altri presenti ricordiamo Gianfranco Bonera, Corrado Tuzii, Vinicio Salmi, Teuo Lansiuori, Leandro Becheroni con una Suzuki due tempi e caduto il sabato senza conseguenze.

Molto apprezzata anche la presenza ai box della moglie del grandissimo Jarno Saarinen e del figlio dell’indimenticato Renzo Pasolini.

Marco Lucchinelli invece ha girato solo sabato con la Suzuki 500 mentre domenica ha dovuto disertare la manifestazione per recarsi presso gli studi di Italia Uno per i commenti della MotoGP. Presenti nel box ma senza scendere in pista Gianni Rolando e Bruno Spaggiari, che perse proprio contro Paul Smart la prima edizione, giungendo secondo a causa della fine del carburante proprio all’ultimo giro. Assente invece Phil Reed solitamente presente a questo tipo di avvenimenti e già protagonista nelle ultime edizioni di divertenti duelli con Giacomo Agostini.

Perché diciamolo francamente, per quanto siano tutti over 50 e la maggior parte over 60 restano pur sempre dei piloti che scendono in pista, con una naturale predilezione per la bagarre e per la ricerca della velocità e del tempo sul giro.

Bagno di folla,ma soprattutto caccia alle foto e agli autografi in particolare per Kenny Roberts e Giacomo Agostini, per un evento che speriamo avrĂ  un seguito nei prossimi anni.

Cliccando su questo link potrete vedere il video ufficiale della 200 Miglia di Imola Revival.
                 
http://www.youtube.com/watch?v=DOtrSSwSccY&feature=player_embedded                                                  


Ultimo aggiornamento (Giovedì 28 Ottobre 2010 02:38)

 

 

SUPERTROPHY  YAMAHA RD SERIES 
BARDAHL 2012

PrenderĂ  il via il prossimo 6 Maggio ad Adria la quarta edizione del
SUPERTROPHY YAMAHA RD SERIES, competizione riservata a tutte le Yamaha d'epoca a 2 tempi con un'importante novitĂ : il campionato sarĂ  patrocinato dalla BARDAHL casa leader nella produzione di lubrificanti e prodotti per la moto.
La nuova denominazione del campionato sarĂ  SUPERTROPHY YAMAHA RD SERIES BARDAHL 2012 e si svolgera nell'ambito delle gare del gruppo 4 dei Meeting di moto d'epoca organizzato dalla Federazione Motociclistica Italiana.
Sono previste 5 prove (4 valide per la classifica finale) basate sulla
formula della regolaritĂ  che si svolgeranno
 
06-maggio-12 ADRIA (RO)
27-maggio-12 MAGIONE (PG)
1 luglio-12 VALLELUNGA (Roma)
22-luglio-12 ADRIA (RO)
14-ottobre-12 VARANO DE' MELEGARI (PR)

L'iscrizione al campionato SUPERTROPHY YAMAHA RD SERIES BARDAHL 2012 è di 30 euro ed è aperto a tutti i possessori di Yamaha a 2 tempi iscritte al Registro Storico FMI e tesserati al Club Yamaha RDSERIES 2012.
All'atto dell'iscrizione verrĂ  consegnato un kit di prodotti lubrificanti con olio miscela KGR, grasso spray catena cappellino e gadgets offerti da Bardahl che provederĂ  anche a premiare i primi 3 classificati di ogni appuntamento con prodotti lubrificanti. Per informazioni o iscrizioni seguire il sito
http://www.rdseries.it
oppure presso lo stand hospitality RD SERIES sempre presente nel paddock durante i giorni di prove e gare.

Per leggere il regolamento cliccare al seguente link
http://www.rdseries.it/forum/viewtopic.php?f=57&t=4701

Ultimo aggiornamento (Sabato 28 Aprile 2012 07:24)

 

alt
In mostra la storia delle Yamaha da competizione all’interno del reparto corse Yamaha Motor Racing a Gerno di Lesmo.

Gerno di Lesmo - Sabato 3 ottobre 2009 diventerà una data da segnare in calendario per tutti gli appassionati di moto da competizione. Per la prima volta nella storia il pubblico ha potuto visitare la sede del reparto corse Yamaha Motor Racing di Gerno di Lesmoalt, cuore nevralgico del Fiat Yamaha Team,in occasione dell’eccezionale apertura al pubblico di quello che da sempre è considerato come un luogo riservato ed inaccessibile,Yamaha Motor Italia. Yamaha Motor Racing e il TZ Italia Club hanno deciso di allestire una speciale mostra di moto da gran premio.
Tra le versioni piĂą recenti dei prototipi della casa di Iwata, da segnalare le M1 campione del mondo con Valentino Rossi nel 2004, 2005 e 2008, la versione speciale dedicata al lancio della nuova FIAT 500 che stravinse, sempre con Rossi al Gp di Assen 2007, le Yamaha YZR 500 due tempi di Norifumi Abe, Carlos Checa e Garry McCoy e la M1 di Max Biaggi.

Ultimo aggiornamento (Lunedì 27 Settembre 2010 14:11)

Leggi tutto...

 

altBudrio Racing Show


I giorni 1 e 2 Maggio 2010 come ormai di consueto da alcuni anni si è svolta una manifestazione in un piccolo paese che si trova ad alcuni chilometri da Bologna,Cento di Budrio,questa manifestazione si chiama Racing Show.Nata dalla passione per i motori di uno dei più grandi collezionisti italiani di Yamaha TZ da Gran Premio,Pierluigi Poggi classe 1938 è riuscito nell’intento di organizzare una manifestazione non competitiva utilizzando come tracciato la zona industriale di Cento.

Ultimo aggiornamento (Mercoledì 14 Luglio 2010 13:12)

Leggi tutto...